III Ed. :: La Microeditoria del viaggio

Locandina (pdf)
Programma (pdf)
Foto (zip)
[nggallery id=7]
Un tema reale quanto un input metaforico. Sarà il viaggio il filo conduttore che animerà quest’anno la 3ª Rassegna della microeditoria italiana, che vedrà partecipare, a Villa Mazzotti dal 4 al 6 novembre, oltre 80 editori.

«La microeditoria del viaggio» sarà insieme l’argomento rappresentato da alcune case editrici, che hanno fatto di questo tema la propria ragione di essere, da alcune pubblicazioni che saranno presentate nel corso delle tre giornate e dalla splendida mostra di volumi antichi proposta dalla fondazione Morcelli Repossi sul tema del «Viaggio e viaggiatori». Quanto all’input metaforico, il viaggio simboleggia anche il percorso scelto dagli editori presenti alla manifestazione. Un percorso per emergere, un viaggio per sopravvivere. Una lotta quotidiana che le piccole realtà editoriali affrontano ogni giorno per trovare un proprio spazio nel panorama culturale italiano o locale.

La kermesse clarense, che nel corso degli anni è cresciuta grazie all’apporto organizzativo dell’associazione culturale l’Impronta e al sostegno delle istituzioni provinciali e clarensi, rappresenta una tappa imprescindibilie di questo viaggio o percorso: il momento dell’incontro. Villa Mazzotti, con i suoi marmi, i saloni e gli affreschi si apre agli editori e diviene mostra e contemporaneamente fucina, laboratorio e piazza. Luogo dove le piccole realtà dell’editoria italiana si mostrano, senza che il piccolo – numericamente e commercialmente parlando – sia una limitazione a progetti e idee.

Autori che parlano con illustratori, curiosi seduti accanto a esperti, lettori che chiedono informazioni ai correttori, come in un grande mercato, dove mercato – come piccolo – non fa rima con modesto ma con quell’idea particolare di caos, che sola, per i greci, è in grado di generare la realtà. In accordo con questa volontà il programma di quest’anno si presenta fitto di appuntamenti di diversa natura e vario interesse, destinati a lettori – e non solo – di tutte le età.

Per i bambini sono previste letture ad alta voce animate dal gruppo clarense delle Librellule, mentre alle 9 di sabato gli organizzatori hanno invitato gli studenti delle superiori a un incontro con autori ed editori sul tema «Come nasce un libro».

Tra gli appuntamenti da non perdere – ed è davvero difficile fare citazioni parziali da un programma così denso e fitto – «Bibliomania & Bibliofollia», venerdì alle 20.30, discussione sulla sfrenata passione per la lettura, alla quale interverranno Alberto Castoldi, rettore dell’università di Bergamo, l’ex ministro Oliviero Diliberto e l’editore Messina.

Sabato il piatto forte sarà l’incontro tra la giornalista Marina Cepeda Fuentes e lo chef Gualtiero Marchesi su Cucina&Arte, mentre alle 21 Jack Hirschman, esponente della beat generation, sarà l’ospite d’onore a un simposio poetico.

Non è finita. Domenica sono tre le manifestazioni da non perdere. La prima alle 15, con un viaggio alla scoperta della cultura coreana; poi alle 16.30 con i «Percorsi di amicizia e di pace» presentati da Raniero La Valle; per chiudere alle 18.15 l’incontro-intervista con il musicista Mauro Pagani. Ilaria Rossi

Condividi!