VII Ed. :: E quindi uscimmo a riveder le stelle

Locandina (jpg)
Programma (pdf)
Foto (zip)
[nggallery id=3]
Dopo aver faticosamente attraversato la natural burella che collega l’Inferno alla spiaggia dell’Antipurgatorio, Dante e Virgilio alla fine contemplano lo stellato cielo notturno dell’altro emisfero: è un presagio del nuovo cammino di luce e di speranza dopo le tenebre precedenti, “come pura felicità dello sguardo”

Si apre con il lirismo tipico della poetica dantesca la VII edizione della Rassegna della Microeditoria Italiana, manifestazione dedicata ai piccoli editori e divenuta ormai punto di riferimento importante per gli operatori del settore, ma anche e soprattutto per gli appassionati di lettura.
Tema dell’anno quindi, suggerito dall’aforisma dantesco. Simbolo di un forte desiderio di rinascita dopo la crisi economica, rappresenta anche la voglia di alzare lo sguardo al cielo, mentre in tutto il mondo si celebra l’Anno Internazionale dell’Astronomia.

Curata dall’Associazione Culturale l’Impronta, in collaborazione con il Comune di Chiari e il patrocinio della Provincia di Brescia e della Regione Lombardia, Consiglio Regionale della Lombardia e della Consigliera provinciale di Parità, la manifestazione ha luogo dal 13 al 15 novembre 2009, come sempre a Chiari, in provincia di Brescia, presso la bellissima cornice di Villa Mazzotti.

8.000 i visitatori che nell’edizione 2008 hanno partecipato, testimoniando il successo crescente di un evento che, di anno in anno, incuriosisce sempre di più il pubblico grazie alle proposte particolari, raffinate e di nicchia, che vengono offerte durante la tre giorni.

Il programma, come di consueto, prenderà le mosse dalla produzione dei piccoli e medi editori italiani per creare dibattito con grandi nomi della cultura nazionale. Dibattiti e presentazioni di libri intervallati da appuntamenti musicali di altissimo livello sono il mix perfetto per un weekend d’autunno all’insegna della cultura e dell’arte, ma anche dello svago e dell’intrattenimento.

“Siamo convinti dell’importanza di continuare ad offrire al nostro pubblico un’alternativa concreta rispetto alle proposte tradizionali” dice Daniela Mena, responsabile Organizzativa della Rassegna, che si dichiara soddisfatta dei risultati raggiunti sino ad oggi e molto ottimista riguardo al futuro.

La Rassegna della Microeditoria, a partire da quest’anno, avrà anche una nuova veste grafica firmata da Armando Milani, nome storico della grafica italiana nel mondo. Dopo un sondaggio su facebook che ha visto un testa a testa all’ultimo voto fra il logo proposto dal giovane graphic designer bresciano Alessandro Chiarini e quello del grafico milanese, ha vinto il “pennino con passione” di Armando Milani, da un’idea proposta già per una copertina per un libro di poesie di Pablo Neruda.

Condividi!