Fino a domani sera a Chiari 100 e più editori, la microeditoria di qualità e tanti eventi dedicati al libro e alla cultura.

33aa9fde-d295-4e13-875d-764a0ad06761

La quindicesima edizione della Rassegna Microeditoria, quest’anno dedicata ai Mestieri del libro, è ufficialmente iniziata: venerdì sera taglio del nastro, riunione del comitato scientifico e premiazione del concorso Microeditoria di qualità. Sabato invece si è entrati nel vivo con l’apertura degli stand di oltre 100 piccole realtà editoriali indipendenti provenienti da tutta Italia e tanti eventi, come, la novità di quest’anno, i laboratori dedicati alla filiera editoriale, che hanno fatto registrate un grosso successo. Location della manifestazione, la storica Villa Mazzotti che fin dalle prime ore di sabato mattina ha visto un via vai di addetti ai lavori, ospiti e soprattutto amanti dei libri.

f241e93d-3ee0-42a4-9cdc-e3b26c1b4b06

“Finché abbiamo libri da leggere possiamo dirci felici – spiega il direttore artistico Daniela Mena -  È questo il motivo per cui tutti noi, da quindici anni, investiamo energia e passione in questo evento. L’idea di far vedere cosa c’è dietro i mestieri del mestiere del libro è importantissima perché l’editoria può essere di qualità solo se c’è formazione.”

Bray

“Sono felice di poter essere anche quest’anno a Chiari per celebrare insieme a tanti amiche e amici lo straordinario valore – culturale, sociale ed economico – che hanno per il nostro Paese le piccole e piccolissime case editrici italiane – scrive sul suo profilo Facebook Massimo Bray – alla Rassegna della Microeditoria ho un appuntamento fisso con le storie e le esperienze di questi imprenditori culturali, che spesso sono anche innovatori appassionati e coraggiosi, che fanno di Chiari uno dei luoghi italiani in cui mi sento più fiducioso nel parlare di cultura come il migliore sistema per ricostruire il nostro Paese”.
La Microeditoria è promossa dall’associazione culturale l’Impronta in collaborazione con il Comune di Chiari, i patrocini di Regione Lombardia, Provincia di Brescia, Fondazione Cogeme, Consigliera di Parità della Provincia di Brescia e sotto l’auspicio del Centro per la promozione della lettura. 
 

Condividi!