EDITORI | LIBRI | GENERI LETTERARI

Icona ricerca CERCA LIBRI

Lo Zar non è morto

Lo Zar non è morto

25,00 € COMPRALO QUI
Durante la festa di Capodanno del 1931, presso l’ambasciata inglese in Cina, i delegati di Italia, Francia, America, e Inghilterra vengono informati che in Manciuria vive un uomo che sembra il sosia perfetto del defunto Zar Nicola II, ucciso a Ekaterinburg nel 1918. La notizia viene data dalla bellissima, misteriosa e seducente Oceania Word che insieme a un ufficiale italiano, è incaricata della missione di recuperare l’uomo e portarlo in Europa per accertare se sia il vero Zar miracolosamente scampato all’eccidio della famiglia imperiale. I due non fanno in tempo a partire: l’ufficiale italiano viene ucciso nel cortile dell’ambasciata e la donna rapita.
Comincia così questo romanzo di avventure scritto nel 1928, appassionante e carico di tensione fino all’ultima pagina dove verrà svelato l’ultimo mistero di questa storia di fantapolitica. L’azione si svolge fra Cina, Francia, Svizzera, Italia e Russia dove si conclude. Protagonisti dell’avventura Oceania Word, il fratello dell’ufficiale italiano assassinato, Piero degli Orti, la spia russa Ivan Zelenin e l’ammiraglio cinese Pao-Ting.

L’Uomo della Manciuria è il vero Zar o un sosia? Nel dubbio – ma con la remota convinzione che si tratti di Nicola II – Italia, Russia e Cina tenteranno di impadronirsi dell’uomo, la prima per sconfiggere il regime bolscevico rimettendo sul trono il sovrano redivivo, la seconda per sbarazzarsene definitivamente, la terza per usarlo come merce di scambio con le altre due al fine di ottenere privilegi economici.

Il lettore contemporaneo non farà fatica a essere catturato da una storia, carica di tensione e colpi di scena, che lo incatenerà a queste pagine scritte a venti mani da “Dieci” scrittori riuniti da F. T. Marinetti per “servire il romanzo italiano in Italia e all’estero”.
Share This